Grillo si è fermato a Quarto

Standard

La vicenda che coinvolge la giunta pentastellata di Quarto in Campania, guidata dal sindaco Capuozzo, ha tanti aspetti opachi e a tratti inquietanti che vanno ben aldilà della semplice cronaca  locale e oltre le eventuali responsabilità penali,  per una serie di fattori.

I Tanti nodi nell’operato dell’amministrazione (insediatasi solo lo scorso Giugno) delineano un quadro a tinte foschissime.

E come se non bastassero i tanti fronti aperti (quali la vicenda dell’appalto sull’acqua, dello stadio, dei presunti abusi edilizi etc.) Vi sono anche altre questioni che mettono in seria discussione il sindaco Capuozzo.

Come ad esempio l’atteggiamento che mostra nei confronti di un consigliere comunale di opposizione dichiarandosi felice per l’idea di spaventarlo, e mostrandosi  compiacente nei confronti di un dubbio personaggio che dichiara di volerlo far “abbuscare”.

Una mancanza gravissima e inaccettabile nei confronti del dibattito democratico che va denunciata e stigmatizzata.

E risuonano, inoltre,  alquanto agghiaccianti le parole pronunciate da un imprenditore ritenuto vicino ai Boss che invita a “portare a votare pure le ottantenni” per favorire la vittoria della candidata a cinquestelle, proprio nei giorni in cui Fico e Di Maio sfilavano per le strade della cittadina Campana mostrandosi orgogliosi della propria esponente, mettendo in qualche modo il proprio “timbro” su quella scelta.

Ed è proprio nell’atteggiamento del M5S che vi è l’aspetto più politico della vicenda e che, come dicevo, travalica i limiti locali per farlo assurgere a questione nazionale.

A Cominciare dalle dichiarazioni di Grillo che definisce “non determinanti” i voti della camorra per far eleggere la sua candidata, ammettendo, di fatto, l’inquinamento presente nel risultato elettorale, passando per i tanti silenzi dei “paladini dell’onestà”, come la stessa stella nascente Di Maio che pure (come detto sopra) andò a Quarto a far aperta campagna, che a quanto pare sulla vicenda non trovano nulla di strano né di deprecabile.

Una presa di posizione totalmente diversa e contraria a quanto fatto da Renzi su  altre questioni, come ad esempio Mafia Capitale.

L’impressione che si ha è quella che i Pentastellati non vogliano  affatto prendere le distanze ma intendano semplicemente “fare quadrato” intorno alla poltrona del sindaco discusso, costi quel che costi.

Infischiandosene di tutto (camorra, appalti poco chiari, minacce e quant’altro) dimostrando semplicemente che per loro il potere( anche quello di un semplice comune di provincia) conta molto più di qualunque altra cosa. Un monito e un presagio su cosa potrebbe accadere  qualora dovessero governare Stato o regioni.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...