A CHI FIGLIO E A CHI FIGLIASTRO!

Standard

trio-1

 

A Napoli aumenta sempre di più la schiera di “tifosi”, “giornalisti” e “opinionisti” che, dopo ogni mancata vittoria del Napoli, vorrebbero che Ancelotti cambiasse modulo e modo di giocare, in quanto, a loro dire, il sistema di gioco adottato dal Napoli non esalterebbe a pieno le caratteristiche di alcuni calciatori i quali, secondo costoro, renderebbero meglio in un centrocampo a tre e, a distanza di anni, si torna a parlare, sempre con maggiore insistenza, dei “famigerati” fuori-ruolo. Ebbene -a parte il fatto che il sistema di gioco di Ancelotti è un sistema molto fluido, liquido, per cui il tanto vituperato 4-4-2 lo si vede solo in fase “passiva”, mentre in fase di possesso il Napoli si posiziona in campo con svariati schieramenti, tutti diversi tra loro (a seconda del tipo di partita che Ancelotti intende giocare, degli uomini schierati in campo e degli avversari…), per cui vediamo sovente il Napoli cambiare pelle in campo e posizionarsi con un 3-5-2, un 4-2-3-1, un 3-4-1-2/3-4-2-1, un 4-3-2-1/4-3-3, etc e, di conseguenza, vediamo ogni calciatore, in particolar modo i centrocampisti, ricoprire più di un ruolo- andrebbe fatto notare ai cosiddetti “filosofi del fuori-ruolo” che nel calcio moderno, e in particolar modo a determinati livelli, è inimmaginabile che un calciatore professionista possa rendere solo in un unico ruolo e, soprattutto, che non renda se spostato di 15 metri più a destra o più a sinistra, più a avanti o più indietro, a maggior ragione se si parla delle cosiddette “mezzali”, tipologia di calciatori che, per definizione, sono una “sorta di compromesso” tra ali (o esterni offensivi), centrali di centrocampo (non difensivi!) e trequartisti di raccordo (quindi non trequartisti-seconde punte!).
Va da se, dunque, che parlare di calciatori “fuori-ruolo”, in siffatte condizioni, è assolutamente… fuori luogo!

Fa specie, però, che la maggior parte di coloro che criticano Ancelotti e le sue scelte, sono tutti o quasi “nostalgici del Sarrismo” e, mentre ad Ancelotti e prima ancora a Benitez si rimprovera/rimproverava di schierare troppi calciatori fuori posizione (!) e, quindi, di voler giocoforza adattare i calciatori alle loro idee invece di adattare il gioco ai calciatori, con Sarri pretendono/pretendevano l’esatto contrario, ossia che devono/dovevano essere i calciatori ad adattarsi all’allenatore e, di conseguenza, chi non si calava alla perfezione nella parte “da soldatino” veniva/viene bollato come non adatto al suo gioco e, quindi, non utile alla causa; da notare, tra l’altro che proprio lo stesso Sarri, nella conferenza stampa di ieri, ha ribadito di non prevedere alcun “piano B” (tanto invocato dalla critica inglese dopo i recenti passi falsi del Chelsea..) e che è sua volontà non cambiare assolutamente il suo modo di fare calcio e di voler continuare con le sue idee!

Si arriva, pertanto, al paradosso (tutto Napoletano) di chiedere (talvolta addirittura pretendere…) ad allenatori pluridecorati e vincenti come Benitez e Ancelotti di cambiare e “adattarsi”, ascoltando i consigli (non richiesti!) della piazza, ma al tempo stesso si accetta/tollera che un allenatore come Sarri, bravissimo ma che finora non ha ancora vinto nulla, dichiari pubblicamente di non volere cambiare e/o adattarsi; si criticano ferocemente Ancelotti e/o Benitez, rei di impiegare le mezzali da esterni, da centrali e/o trequartisti, ma non Sarri, che a Londra impiega un centrocampista difensivo (o, se preferite, un mediano puro, un incontrista) come Kantè da mezzala destra di inserimento, pur di non cambiare il suo modo di giocare che prevede un solo uomo (necessariamente un “fine palleggiatore”) davanti alla difesa e che pretende da calciatori con grossa tecnica individuale e, quindi, bravissimi a portare palla e a saltare l’uomo, un gioco esclusivamente a due tocchi!

Dalla serie: due pesi e due misure o, per dirla alla Napoletana, “a chi figlio e a chi figliastro”!

 

Giuseppe Santoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...