Europa League Vs campionato: la “diatriba” che divide i tifosi del Napoli.

Standard

napoli-lipsia

Il nuovo “tormentone social” di molti tifosi del Napoli (in particolar modo i “nostalgici del Sarrismo” e gli “anti-societari”) è quello di affermare che, qualora il Napoli quest’anno non dovesse vincere l’Europa League, quella attuale sarebbe una stagione “fallimentare” in quanto, secondo costoro, essere eliminati ai sedicesimi di finale e uscire ai quarti (o in semifinale), ai fini del risultato finale, è la stessa cosa; beh, se il metro di giudizio è questo, allora si potrebbe tranquillamente affermare che anche arrivare secondi in campionato con 200 punti, ai fini del risultato finale, è la stessa cosa che arrivare quarti con 71 punti…

E, rimanendo in tema di punti, tutti quelli che, a giusta ragione, esaltano il punteggio record di 91 punti conquistato lo scorso anno e non perdono occasione per stigmatizzare il ritardo in classifica del Napoli di quest’anno rispetto a quello dello scorso anno (anche se nella “classifica comparata” il distacco è, al momento, pressoché nullo…), omettono di notare (e far notare) che nelle competizioni europee quest’anno il Napoli ha già totalizzato ben 6 punti in più (3 punti in più Champions, in un girone di ferro, e 3 punti in più, finora, in Europa League) rispetto alla passata stagione; evidentemente per costoro i punti conquistati in campionato hanno una valenza maggiore rispetto a quelli conquistati nelle Coppe europee. Eppure, a ben pensarci, dovrebbe essere l’opposto, dal momento che non solo i punti “europei” valgono anche per il “ranking” (a differenza di quelli conquistati in patria…) ma, appena due giorni orsono, a Madrid, abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione di quanto, per una squadra italiana, conquistare punti nelle competizioni internazionali sia un’impresa molto più ardua che farli nel campionato nazionale!

 

Giuseppe Santoro

P.S.: a tutti coloro che porranno obbiezioni sostenendo che, in realtà, lo scorso anno nelle Coppe europee il Napoli non ha totalizzato 9 punti bensì 15 (sommando ai 6 della Champions e ai 3 dell’Europa League, anche i 6 conquistati nella doppia sfida col Nizza nei play-off di Champions), ossia gli stessi di quanti finora totalizzati quest’anno, va fatto notare che i preliminari di Champions costituiscono un turno “extra” che, a differenza degli prossimi ottavi di finale di Europa League che il Napoli di quest’anno ha conquistato “sul campo”, esula dalle prestazioni (e dalla volontà) della squadra attuale; in altre parole sono “mini-competizione” accessoria cui il Napoli di quest’anno, al contrario di quello della passata stagione, non ha proprio partecipato in quanto non “poteva” (sia perché nel frattempo sono cambiati i criteri di accesso ammettendo ben quattro squadre italiane direttamente ai gironi, sia perché, se anche fossero rimasti invariati, il Napoli, in virtù dell’ottimo secondo posto in campionato dell’anno passato, non vi avrebbe ugualmente preso parte) e, pertanto, quei 6 punti “extra” (per quanto importantissimi…) non può essere conteggiati e messi “sulla bilancia”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...